Search engine for discovering works of Art, research articles, and books related to Art and Culture
ShareThis
Javascript must be enabled to continue!

L’arte del realismo onirico: architettura, pittura e letteratura nell’opera di Arduino Cantàfora

View through CrossRef
Il presente contributo critico interpreta l’opera di Arduino Cantàfora (1945) — architetto, pittore e scrittore — attraverso la nozione di realismo onirico, coniata per evidenziare la propensione dell’artista milanese a trasfigurare gli elementi della realtà secondo un processo tipico del mondo dei sogni. Tra l’inizio degli anni Settanta e la fine degli anni Ottanta del Novecento, egli affina una tecnica di lavoro destinata a diventare una peculiarità del suo modo di operare: prima progetta architetture, poi le dipinge e, infine, ne trae spunti per componimenti letterari. La sua è una ricerca che sottende una riflessione sullo spazio e sul tempo, ma, soprattutto, sulla frammentazione di queste due entità e sulla ricomposizione dei frammenti spaziali e temporali in un nuovo contesto. In ogni opera — per lo più racconti accompagnati da dipinti di architettura, ma anche grandi tele per mostre di pittura nonché libri di narrativa — ne sortisce un effetto straniante che sembra voler avvertire il lettore o l’osservatore dell’esistenza di una realtà onirica accanto a quella fattuale. È la realtà del ricordo che, trasformato dal trascorrere del tempo, diviene materiale per la creazione artistica. Il ‘ricordare’ così concepito, però, non è il risultato di una nostalgia insoddisfatta, bensì lo strumento attraverso cui l’artista avanza le sue personali idee di architettura, pittura e letteratura. Ecco allora che dietro l’apparenza malinconica delle immagini e le narrazioni allucinate prende corpo un’idea di città fatta di molte sedimentazioni storiche, nella quale il ricordo personale diviene memoria collettiva. Non solo. Esso diventa anche la testimonianza di una lotta per la città nel momento in cui la città si appresta a scomparire, subissata dalla metropoli, dalla megalopoli o, più banalmente, dal territorio diffuso. Tutte le opere menzionate nell’articolo suonano come un monito a non dimenticare quella città. Forse anche a sognarla.
University of Toronto Libraries - UOTL
Title: L’arte del realismo onirico: architettura, pittura e letteratura nell’opera di Arduino Cantàfora
Description:
Il presente contributo critico interpreta l’opera di Arduino Cantàfora (1945) — architetto, pittore e scrittore — attraverso la nozione di realismo onirico, coniata per evidenziare la propensione dell’artista milanese a trasfigurare gli elementi della realtà secondo un processo tipico del mondo dei sogni.
Tra l’inizio degli anni Settanta e la fine degli anni Ottanta del Novecento, egli affina una tecnica di lavoro destinata a diventare una peculiarità del suo modo di operare: prima progetta architetture, poi le dipinge e, infine, ne trae spunti per componimenti letterari.
La sua è una ricerca che sottende una riflessione sullo spazio e sul tempo, ma, soprattutto, sulla frammentazione di queste due entità e sulla ricomposizione dei frammenti spaziali e temporali in un nuovo contesto.
In ogni opera — per lo più racconti accompagnati da dipinti di architettura, ma anche grandi tele per mostre di pittura nonché libri di narrativa — ne sortisce un effetto straniante che sembra voler avvertire il lettore o l’osservatore dell’esistenza di una realtà onirica accanto a quella fattuale.
È la realtà del ricordo che, trasformato dal trascorrere del tempo, diviene materiale per la creazione artistica.
Il ‘ricordare’ così concepito, però, non è il risultato di una nostalgia insoddisfatta, bensì lo strumento attraverso cui l’artista avanza le sue personali idee di architettura, pittura e letteratura.
Ecco allora che dietro l’apparenza malinconica delle immagini e le narrazioni allucinate prende corpo un’idea di città fatta di molte sedimentazioni storiche, nella quale il ricordo personale diviene memoria collettiva.
Non solo.
Esso diventa anche la testimonianza di una lotta per la città nel momento in cui la città si appresta a scomparire, subissata dalla metropoli, dalla megalopoli o, più banalmente, dal territorio diffuso.
Tutte le opere menzionate nell’articolo suonano come un monito a non dimenticare quella città.
Forse anche a sognarla.

Related Results

Vitruvian Paradigms
Vitruvian Paradigms
PARADIGMI VITRUVIANIQuesto articolo esamina la diffusione e la conoscenza del De archittctura di Vitruvio in Italia nel quindicesimo secolo e dimostra come l'interesse verso di ess...
PROTOTYPE PENGUKURAN TINGGI DEBIT AIR PADA BENDUNG DENGAN MENGGUNAKAN SENSOR ULTRASONIK BERBASIS ARDUINO MEGA 2560
PROTOTYPE PENGUKURAN TINGGI DEBIT AIR PADA BENDUNG DENGAN MENGGUNAKAN SENSOR ULTRASONIK BERBASIS ARDUINO MEGA 2560
Prototype system for measuring the level of water debit on weir by using an Arduino mega 2560 based ultrasonic sensor. It is created for detecting flood system that works automatic...
Il sogno di Chopin nell’autobiografia di George Sand
Il sogno di Chopin nell’autobiografia di George Sand
Nel presente lavoro viene analizzato il sogno di Chopin raccontato da George Sand nell'ultimo volume di Histoire de ma vie, dal punto di vista della produzione letteraria dello scr...
Electronic Voting Machine Using Arduino
Electronic Voting Machine Using Arduino
This document contains information about electronic voting machine using Arduino. Defrauding of manual voting systems will be eradicated is the basic idea of this project and also ...
When "Macbeth" Meets Chinese Opera: A Crossroad of Humanity
When "Macbeth" Meets Chinese Opera: A Crossroad of Humanity
As one of the four Shakespeare’s great tragedies, Macbeth, with its thrilling story line and profound exploration of human nature, has been adapted for plays and movies worldwide. ...
Some representations of opera seria in opera buffa
Some representations of opera seria in opera buffa
It is becoming increasingly usual to think of music of the Classical period as conveying its meanings at least in part through a rhetoric of topoi. According to this model, such el...
Transversalidad en la obra de Joseph Beuys
Transversalidad en la obra de Joseph Beuys
Este año 2021 celebramos el aniversario del nacimiento de Joseph Beuys que ha llevado a numerosas revisiones del escultor en varias ciudades alemanas mediante exposiciones y textos...
Artistic Invention as Tradition in the Portrait Painting of Late-Colonial Lima
Artistic Invention as Tradition in the Portrait Painting of Late-Colonial Lima
José Joaquín Bermejo, Cristóbal de Aguilar, Cristóbal de Lozano y Pedro Díaz no son nombres muy conocidos fuera del Perú. Sin embargo, estos artistas son algunos de los pintores má...

Back to Top